“Sofisticati e al tempo stesso popolari, i soggetti di Bellandi spaziano dalle eleganze vittoriane, tradotte, nel più puro gusto anglosassone, in contemporanei fantasmi dark, alle suggestioni più lontane di una chineserie riscoperta e tradotta in inequivocabili e seducenti orientalismi. Note diverse che si fondono in un’atmosfera fluida, suggestiva e disinvolta, che ha la forza di reinventare immagini preziose declinate al presente”. (Gloria Gradassi) Lo stile di Bellandi è callilgrafico e gocciolante, la sua è una gestualità fresca e veloce che traccia sulla tela frammenti irripetibili e poetici, suggerisce impressioni, evoca atmosfere, apre varchi verso mondi lontani, mondi fluttuanti e per natura fuggevoli.

leftcameraright